Seguici su Facebook

La galleria di Flickr

antiquariato_screen_03

Antiquariato #3

V

ediamo alcune tecniche di lavorazione caratteristiche dei mobili d’antiquariato.

Scultura – Intaglio

La scultura del legno sottostava alle stesse regole di quella della pietra; gli strumenti utilizzati erano scalpelli, sgorbie, punteruoli, puntoni, mazzuoli e poteva essere:

  • intaglio piatto o champlevé: consiste nello scavare il fondo e lasciare in rilievo il disegno piatto che veniva rifinito con punzonatura, stucco e ferro rovente
  • intaglio basso, mezzo, alto rilievo: definito in relazione della differenza dei vari piani del disegno;le figure erano successivamente modellate sui contorni assumendo tridimensionalità
  • a tutto tondo: la figura viene totalmente scolpita in modo che risulti leggibile da tutte le direzioni.

Intarsio

La tecnica dell’intarsio (dall’arabo “tarsi” che significa “connettere” ovvero mettere insieme tessere di materiale diverso in modo da ottenere decorazioni geometriche o naturalistiche) sono numerose:

  • alla certosina si utilizza ebano, avorio, osso, madreperla, tartaruga ridotti in piccoli pezzi poligonali che successivamente venivano montati a rilievo sulle tavole ottenendo disegni policromi
  • geometrico listelli di varie essenze e sezioni incollati fra loro (detto toppo) e successivamente tagliati nella sezione trasversale per ottenere effetti geometrici
  • pittorico si utilizzano i disegni dei pittori cercando di imitarne i colori; per ottenere ciò si tingono le essenze facendole bollire con essenze vegetali
  • prospettico ispirato alla pittura contemporanea ne adotta la tecnica creando trompe d’oeil di finestre aperte sul paesaggio opere ante di armadi aperte con esposizione del contenuto

Colorazione

La coloritura utilizza le essenze che naturalmente sono basi per determinate tinte:

ciliegio, pero rossi o rosati
mandorlo, bosso, limone, noce biondo gialli
agrifoglio, acero bianchi
noce, quercia bruni
quercia affogata neri
ebano (dopo il 1500) neri

L’essenza che meglio si presta ad essere tinta risulta essere l’acero.

Per ottenere le ombreggiature si usava un ferro rovente o si immergeva il legno in sabbia rovente.

Pittura e doratura

La pittura dei mobili utilizza la tecnica della pittura su tavola ed a grandi linee si operava in questo modo:

  • Stagionatura delle tavole e loro giunzione con cavicchi e linguette
  • Impannatura, che consiste nella posa sulle tavole di un panno imbevuto di un miscuglio di gesso e colla animale; stesura successiva di più mani dello stesso miscuglio ed infine levigatura a secco con pelle di pescecane o simili.
  • Disegno con la tecnica a mano libera con carboncino od argilla rossa oppure con la tecnica dello spolvero (posare un foglio disegnato e forato densamente sulle linee del contorno del disegno e tamponare con polvere di fuliggine. Quest’ultima marcherà il gesso con una sottile linea nera).
  • Pitturazione della base gessosa con pigmenti minerali e vegetali.

Per la doratura:

  • Modellazione dei rilievi (bassorilievi a “pastiglia” e intaglio, altorilievi a intaglio) della zona destinata alla doratura
  • Preparazione simile quella descritta per la pittura con finitura a Bolo d’Armenia.
  • Applicazione con tecnica ad acqua (a guazzo) o a “missione” di una sottilissima lamina d’oro zecchino.
  • Brunitura a secco con dente di cane o lupo o pescecane o pietra d’agata

Sia per la pittura che per la doratura la finitura avveniva con vari tipi di vernice o con cera d’api od olio di lino.

 

Motivi tipici dello stile

  • alternanza di quadrati e tondi nel cui interno si trovano rosette
  • semirosette inscritte in semicerchi
  • zoccoli e cornici abbelliti da baccelli e godroni
  • intaglio di dentelli posizionati sotto i piani
  • palmette e drappeggi incorniciavano volti femminili
  • stemmi nobiliari
  • al centro delle specchiature in funzione di pomelli intagli a godrone e rosoni

Categories

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Proseguendo nella navigazione ne accetti l'impiego in conformità con la nostra politica sui cookie. Diversamente puoi limitarne l'uso attraverso la loro maschera di gestione della privacy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito web, questo può archiviare o recuperare informazioni attraverso il tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla e gestisci da qui i cookie impiegati attraverso le nostre pagine.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi